Armadi a muro su misura a Roma: soluzioni e consigli

Spesso, per questione di spazio, gli armadi a muro possono essere la soluzione migliore per la propria casa. Ecco quali sono i consigli migliori e le soluzioni offerte dalla falegnameria Caponi.

Le tipologie di armadio che si possono trovare in una casa sono davvero tantissime e spesso rispecchiano non soltanto il gusto di chi vi abita, ma anche le necessità dettate dagli spazi e dalla conformazione della casa stessa. Quando si sceglie di realizzare armadi su misura, queste esigenze possono essere soddisfatte a pieno e a livelli che sicuramente gli armadi prefabbricati non possono raggiungere.

In questo modo si possono dunque realizzare non solo armadi in legno ma anche cabine armadio e armadi a muro su misura. Questi sono solitamente la soluzione che viene scelta da coloro che hanno spazi ristretti e non possono permettersi l’ingombro di un armadio tradizionale, ma che hanno bensì la possibilità di “incastrare” il proprio armadio in particolari nicchie, preesistenti o realizzate appositamente nella propria abitazione. Se stai cercando un armadio a muro su misura a Roma, allora noi della falegnameria artigianale Caponi abbiamo la soluzione che fa per te.

I nostri artigiani, infatti, possono vantare anni di esperienza in questo campo, ai quali si affiancano una grande attenzione per le innovazioni e le tendenze del momento e una grande professionalità. Le esigenze dettate dalla vostra casa e dallo spazio non saranno quindi un problema e ogni difficoltà potrà essere risolta al meglio.

Ma tornando agli armadi a muro, quali sono le soluzioni migliori e i consigli da seguire per poter realizzare l’armadio su misura perfetto a seconda della sua destinazione di utilizzo e della sua collocazione? Vediamolo qui di seguito.

Quanto costa un armadio su misura a Roma:
guida ai prezzi

Consigli per realizzare l’armadio a muro perfetto per ogni destinazione d’uso

Un armadio a muro su misura è, per definizione, diverso a seconda del cliente che lo sceglie e dell’uso che deve farne. Ma quali sono le cose da valutare assolutamente prima di farlo realizzare?

  1. Valutare gli spazi in casa

Se si sta pensando di fare realizzare un armadio a muro per la propria abitazione, probabilmente ci si ritrova in una delle due seguenti situazioni: o non si ha a disposizione molto spazio e si vogliono sfruttare delle nicchie e insenature già presenti nella casa per risparmiarne il più possibile, oppure si è affascinati dall’estetica dell’armadio a muro e non si vuole occupare l’ambiente con un armadio normale.

Se le insenature in cui inserire l’armadio sono già presenti è bene allora rivolgersi al falegname artigiano e chiedere il suo consiglio su come sfruttarle al meglio. Se invece lo spazio per l’armadio a muro deve essere creato ex novo, allora bisogna prima rivolgersi a un architetto che saprà come progettare al meglio l’ambiente unendo estetica e funzionalità. 

  1. Valutare la destinazione d’uso dell’armadio a muro

È chiaro che se l’armadio a muro deve essere inserito all’interno di una camera da letto, questo avrà un aspetto e una costruzione differente rispetto ad un armadio a muro destinato all’uso di dispensa in un ripostiglio o di credenza in un soggiorno. In una camera da letto o in una cameretta, infatti, l’armadio a muro deve poter contenere in maniera comoda e funzionale tutti gli abiti (o magari anche i giochi), avendo al suo interno dei comparti definiti dove poter posizionare appenderia, mensole e cassettiere. 

Per gli armadi a muro con funzione di ripostiglio invece i materiali devono essere differenti, più resistenti e funzionali e magari con una attenzione più limitata all’estetica in virtù della funzionalità. Ecco perché è importante rivolgersi a degli esperti per valutare tutti questi aspetti, proprio come quelli della nostra falegnameria artigianale a Roma.

  1. La scelta delle ante

Se si realizza un armadio a muro per questioni di spazio, allora anche l’apertura delle ante assume una importanza rilevante. Infatti se si ha poco spazio di manovra a disposizione sarà meglio scegliere delle ante scorrevoli sovrapposte o complanari, che non hanno assolutamente nessun tipo di ingombro. Se invece si ha un minimo di spazio di manovra si può optare per le ante pieghevoli o a libro, che danno un ingombro medio. Infine se invece si ha abbastanza spazio si possono scegliere le ante a battente, che sono quelle con massimo ingombro. Insomma, è facile trovare una soluzione per ogni esigenza se ci si affida ad artigiani seri e competenti.

Condividi l'artigianato italiano

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su pinterest
Condividi su linkedin
Condividi su skype
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print